Fotovoltaico con intelligenza artificiale - Pannelli Fotovoltaici Plug and Play - PiuPower
più power new 720x310

Fotovoltaico con intelligenza artificiale
Pannelli Fotovoltaici Plug and Play - PiuPower

Pannelli Fotovoltaici Plug and Play

Pannelli fotovoltaici PLUG and PLAY: come funzionano, vantaggi? Guida avanzata

I pannelli fotovoltaici plug and play, sempre più utilizzati nel Nord Europa, sono tuttora sottovalutati nel nostro Paese. Rappresentano una soluzione fai da te per produrre energia pulita a costi contenuti e trasformare la propria abitazione in una casa green. L’impianto fotovoltaico plug & play da balcone, terrazzo o giardino è facile da installare e collegare: in più, ingombra molto poco.

Si connette alla rete casalinga attraverso una spina elettrica fruendo di una presa di corrente apposita. Conviene davvero installare un impianto fotovoltaico plug and play?

Scoprite vantaggi e svantaggi, come funzionano, quanta energia producono, quanto si risparmia e quali sono gli adempimenti burocratici per installarli in casa.

Pannelli fotovoltaici plug and play: cosa sono e come sono fatti

Tradotto dall’inglese, ‘plug & play’ significa ‘collega e utilizza’: ‘plug’ si traduce, letteralmente, in ‘spina’.

Il fotovoltaico plug and play utilizza piccoli impianti per la produzione di energia solare di potenza inferiore a 350 W, come stabilito dall’ARERA, mentre il cosiddetto mini Fotovoltaico deve avere una potenza compresa tra 350 W e pari o inferiore a 800 W. Il mini Fotovoltaico presenta 2 pannelli solari con una potenza totale di 800 W: per installarlo serve la presenza di un elettricista che deve rilasciare una certificazione sulla corretta installazione (Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico).

L’impianto portatile plug & play si può installare in terrazza, giardino, balcone, recinzioni, tetto, lastrico solare, pareti esterne della casa. Permette di collegare il pannello solare alla rete elettrica domestica con una spina attraverso la presa di corrente senza dover montare pannelli fotovoltaici sul tetto di casa tramite installazioni professionali.

Ciò è possibile grazie al tipo di struttura del pannello, costituito da:

  • modulo fotovoltaico, pannello in silicio mono o policristallino, che immagazzina l’energia solare e non deve superare i 350 W di potenza;
  • micro-inverter integrato nel telaio, isolato e resistente alle intemperie: serve a trasformare la corrente continua in corrente alternata;
  • telaio di supporto con eventuali staffe di fissaggio o morsetti;
  • cavi di collegamento con spina italiana o Schuko;
  • sistema di monitoraggio e manutenzione che permette di tenere traccia della produzione energetica e del funzionamento dell’impianto (alcuni modelli integrano questo sistema).

Prima di installare questo impianto, è fondamentale scegliere la posizione ideale, quella cioè più esposta alla luce diretta del sole, generalmente spazi esposti a Sud.

L’attuale normativa non prevede la possibilità di installare batterie di accumulo per il fotovoltaico plug & play. E’ vietato per legge. L’unica alternativa per massimizzare l’autoconsumo è cambiare alcune abitudini. Ad esempio, si consiglia di azionare gli elettrodomestici il più possibile durante le ore di esposizione solare oppure acquistare elettrodomestici a batteria ricaricabili durante il giorno e utilizzabili quando serve.

Con questi ed altri accorgimenti, si potrebbe arrivare ad un autoconsumo di oltre il 70%.

Adempimenti per installare pannelli solari plug & play

Chi intende installare un impianto fotovoltaico plug and play deve semplicemente trasmettere una Comunicazione Unica al Distributore contenente l’indicazione di marca e modello dell’impianto stesso. La comunicazione deve essere accompagnata dalle certificazioni sia del pannello sia del micro-inverter. E’ questo l’unico adempimento da effettuare: serve a segnalare al proprio distributore la presenza dell’impianto di produzione di energia elettrica.

Una volta ricevuta la Comunicazione Unica, il distributore dovrà avviare eventuali verifiche sul contatore della luce allo scopo di assicurarsi che sia bidirezionale e che tutto funzioni al meglio. Ha 10 giorni di tempo per effettuare i necessari interventi di aggiornamento installando un contatore bidirezionale. In seguito, il distributore dovrà comunicare l’iscrizione al sistema nazionale degli impianti di produzione di energia.

Non conviene acquistare prodotti privi di certificazione e di dubbia provenienza per più di un motivo. Potrebbero verificarsi problemi con la Comunicazione Unica mettendo, oltretutto, a rischio l’impianto domestico. In caso di omessa comunicazione, rischierebbe anche di non ricevere la verifica e l’aggiornamento del contatore con conseguenti problematiche di contabilizzazione.

In aree soggette a vincolo paesaggistico o architettonico potrebbe risultare obbligatoria un’autorizzazione presso il Comune di residenza.

Il singolo condomino, invece, dovrebbe comunicare la sua intenzione di installare un impianto plug & play all’amministratore, possibilmente a mezzo raccomandata AR specificando nella comunicazione il tipo di impianto e dove intende collocarlo.

Fotovoltaico plug & play a spina: quanta energia produce?

La produttività di un pannello fotovoltaico plug & play è influenzata da diversi fattori:

  • orientamento del pannello verso Sud;
  • inclinazione del pannello;
  • ridotta esposizione solare e ombreggiamenti nell’arco della giornata.

Se installato in posizione ottimale, ecco quanto può produrre all’anno un pannello plug & play:

  • Nord Italia: 650 kWh;
  • Centro Italia: 662 kWh;
  • Sud Italia: 675 kWh.

Da altre stime – sempre riferite ad impianti ben orientati (esposizione a Sud) ed installati con la giusta inclinazione (tra 15° e 35°) senza ombreggiature – risulta una produttività media di 450 kWh l’anno. In ogni caso, dai dati è facile intuire il buon risparmio in bolletta potendo ripagare l’investimento in poco tempo (2-3 anni circa).

Considerando, quindi, un 80% di autoconsumo, un pannello fotovoltaico plug and play può facilmente coprire fino al 20-25% dei consumi annui di un nucleo familiare.

Vantaggi e svantaggi del Fotovoltaico plug & play

Come qualsiasi altro dispositivo, l’impianto fotovoltaico plug and play da balcone o giardino presenta vantaggi e svantaggi, pro e contro.

Ecco i vantaggi:

  • si installa e si collega facilmente, in modo semplice ed autonomo. E’ sufficiente inserire una spina, non si è costretti a far intervenire un tecnico, quindi si riducono i costi di installazione. E’ anche vero, però, che un’installazione professionale eseguita da un tecnico qualificato garantisce un’installazione ad hoc, quindi maggiore efficienza e sicurezza;
  • dimensioni ridotte ed ingombro minimo;
  • spese di acquisto contenute. Un impianto fotovoltaico plug & play costa meno di uno smartphone di fascia media;
  • possibilità di fruire di detrazioni fiscali statali del 50%;
  • non serve una specifica autorizzazione per installarlo. Basta trasmettere una comunicazione al distributore;
  • può trasformare qualsiasi abitazione in una casa green, anche nei centri storici e nei condomini.

Ecco gli svantaggi:

  • non sempre terrazze e balconi presentano esposizioni ottimali;
  • bisogna modificare certe abitudini per massimizzare l’autoconsumo se non si trovano soluzioni di accumulo efficienti e vantaggiose;
  • l’energia prodotta in più rispetto all’effettivo fabbisogno energetico non viene retribuita dal gestore. In pratica, non si possono ricevere remunerazioni per l’energia elettrica immessa in rete;
  • per il doppio pannello, è necessario richiedere l’intervento di un elettricista (riferito al Mini Fotovoltaico);
  • pur assicurando un buon risparmio in bolletta, nel lungo periodo gli impianti fotovoltaici tradizionali sono migliori in termini di efficienza, quindi garantiscono un risparmio maggiore.

Pannelli fotovoltaici plug and play: costi e detrazioni fiscali

Il costo medio di un pannello fotovoltaico plug and play oscilla tra i 600 euro e gli 800 euro (IVA inclusa) a seconda della potenza installata, della tipologia del pannello e delle staffe di supporto, eventuali accessori integrati ed assistenza fornita dal venditore durante la fase di acquisto, installazione e comunicazione al distributore.

Nonostante le offerte vantaggiose giustificate spesso dalla crescente diffusione di questi dispositivi, bisogna fare attenzione a cosa si acquista. Un pannello deve essere di buona qualità e certificato, sia per non rischiare danni e pericoli sia per evitare problemi nella trasmissione della Comunicazione Unica al Distributore.

Bisogna considerare gli attuali incentivi statali, le detrazioni fiscali del 50% delle spese fruibili nella propria dichiarazione dei redditi (da recuperare in 10 anni con quote di pari importo). Grazie al Decreto Semplificazioni, si può fruire della detrazione fiscale anche senza aprire una SCIA e senza dover sostenere altre spese burocratiche. Occorre effettuare il pagamento con bonifico bancario specificando nella causale gli estremi della normativa di riferimento (bonifico parlante).

La vita media dei pannelli plug and play di buona fattura va dai 15 ai 25 anni. Il costo iniziale potrebbe essere ammortizzato in 4-5 anni.

Francesco Ciano

Francesco CIANO

PIU POWER LOGO
Il fotovoltaico ECCEZIONALE

Ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità sul mondo del fotovoltaico.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

pannelli fotovoltaici plug and play

Indice

Al via le domande per i nuovi incentivi

Contatta i nostri esperti per sapere se puoi beneficiarne anche tu.

Cosa facciamo

E’ possibile raggiungere l’indipendenza energetica? Che che se ne dica, posso risponderti, con assoluta certezza, SI! Ma come puoi ottenere questo risultato senza sborsare fior fior di quattrini ed evitare di prendere delle fregature? Noi di PiuPOWER, grazie all’esperienza maturata in oltre 27 anni, abbiamo messo a punto un modo semplice ma efficace, per aiutarti a raggiungere l’indipendenza energetica.

Ecco come:

Sopralluogo tecnico

Un tecnico specializzato si occuperà di effettuare un sopralluogo e di porti alcune domande chiave*

Analisi fattibilità

Dopo aver appreso le tue reali esigenze, individueremo il miglior prodotto che più fa al caso tuo*

Calcolo efficientamento

Ti indicheremo in modo chiaro e semplice i tempi di rientro dell’investimento e ti aiuteremo a fare la scelta migliore*

Calcolo efficientamento

Ci occuperemo di tutto noi, dalla progettazione alla realizzazione all’assistenza h24 del tuo impianto fotovoltaico*

Diventa INDIPENDENTE

Inserisci i tuoi dati, poi mettiti comodo, pensiamo a tutto noi.