Fotovoltaico per capannoni - Report Italia Solare Fotovoltaico Q3 2023 - PiuPower
più power
Report-Italia-Solare-Fotovoltaico-Q3-2023

Report Italia Solare Fotovoltaico Q3 2023

Con un comunicato stampa del 18 dicembre scorso, è stato pubblicato il Report Italia Solare Fotovoltaico Q3 2023. Questo rapporto è frutto dell’elaborazione condotta da Italia Solare dei dati aggiornati al 30 settembre 2023, resi disponibili da Terna (dati Gaudì) e dal GSE allo scopo di fornire un quadro il più fedele possibile dell’evoluzione delle connessioni fotovoltaiche nel nostro Paese.

Italia Solare ha pubblicato un breve estratto disponibile a tutti gli operatori nazionali, mentre l’analisi completa dei dati è riservata ai soci operatori dell’ente. Ricordiamo che Italia Solare è un ente del terzo settore che sostiene e promuove le energie rinnovabili, soprattutto il Fotovoltaico, con relative interconnessioni con le nuove tecnologie destinate all’efficientamento energetico ed all’e-mobility.

Alla fine del terzo trimestre 2023, in Italia risulta attivo oltre un milione e mezzo di impianti fotovoltaici distribuiti sul territorio nazionale (precisamente, 1.506.558) per circa 28,6 GW di potenza cumulata.

Nei primi nove mesi dell’anno ormai passato, sono stati connessi più di 3.550 MW di nuova potenza fotovoltaica, che hanno portato ad una crescita del 117% rispetto allo stesso periodo del 2022.

Il 49% della potenza connessa al 30 settembre 2023 (1.096 MW) interessa il settore residenziale (P < 20 kW), il 36% il comparto industriale e commerciale (200kW> P < 1MW), il 15% della nuova potenza è da imputare agli impianti utility scale (P>1MW).

Ecco i dati dettagliati del Report Italia Solare Fotovoltaico Q3 2023.

Report-Italia-Solare-Fotovoltaico-Q3-2023

Report Italia Solare Fotovoltaico Q3 2023: dati del 3° trimestre

Rispetto ai trimestri degli anni precedenti, nel terzo trimestre 2023 è cresciuta la potenza installata del comparto C&I grazie alla connessione tra luglio e settembre di 558 MW. Si tratta di un valore mai registrato prima d’ora per questo settore: sta a indicare che l’effetto del caro energia ha portato le imprese a ricorrere ad impianti fotovoltaici per contrastare l’impennata e la volatilità dei prezzi del chilowattora.

Le connessioni di impianti di potenza compresi tra 1 e 10 MW si sono mantenuti piuttosto stabili, mentre sono calate quelle superiori ai 10 MW. Queste ultime sono passate da 56 del 2° trimestre a 20 MW del 3° trimestre.

E’ calata la potenza connessa degli impianti di taglia inferiore ai 20 kW (da 602 MW del 2° trimestre a 485 nuovi MW nel 3° trimestre) per l’effetto ‘fine Superbonus’. Questo calo è stato compensato in parte dall’aumento di potenza delle connessioni del comparto C&I. Rispetto al trimestre precedente, i grandi impianti (superiori a 1MW) non sono stati in grado di tenere testa rispetto al trimestre precedente. Si tratta di una riduzione consolidata, specie per gli impianti con potenza fino ai 12 kW: hanno raggiunto i 422 MW, una soglia di installazioni minore rispetto all’ultimo trimestre 2022 (463 MW).

Il commento di Paolo Rocco Viscontini, Presidente di Italia Solare

Il Presidente di Italia Solare, Paolo Rocco Viscontini, ha commentato il leggero calo delle installazioni dei grandi impianti nel 3° trimestre rispetto al 2022. “E’ sicuramente legato non ad una contrazione di mercato ma al rallentamento delle connessioni – spiega Viscontini – Il mercato in sé sembra mantenersi costante ed è possibile che, entro la fine dell’anno, si arriverà a circa 4,5 nuovi GW installati. Un traguardo ancora distante dall’obiettivo annuale fissato di 8-10 GW. Ciò che preoccupa è l’incertezza sul decreto aree idonee: dovrebbe essere la chiave di svolta per lo sviluppo degli impianti a terra, invece rischia di bloccarlo”.

Ciò che conforta, secondo Viscontini, riguarda i dati di crescita del settore C&I: la spinta è venuta dalla necessità di difendersi dall’aumento dei prezzi dell’energia, ma questo trend si manterrà in futuro perché le imprese hanno capito che investire sul Fotovoltaico significa investire sulla propria competitività”.

Impianti per settore di attività e localizzazione

Da gennaio a settembre 2023, sono stati connessi 334 MW di impianti a terra e 3.177 MW non a terra. In Italia, nel complesso, ci sono circa 8.779 MW di impianti a terra e 20.000 MW di impianti fotovoltaici su tetto.

Riguardo alla localizzazione, il comparto di produzione energia elettrica (utility) costituisce il 29% della potenza installata. Seguono il settore residenziale (23%), il terziario (20%), il settore industriale (18%) e agricolo (10%).

Rocco Viscontini ha concluso dicendo che “i margini di crescita del settore agricolo e industriale sono evidenti. Si attende, per i prossimi anni, una crescita significativa”.

Nuovi impianti connessi da gennaio a settembre 2023 secondo le varie potenze

Tra gennaio e settembre 2023 si registrano oltre 3,5 GW di nuovi impianti connessi con un aumento del 117% rispetto ai 3 trimestri del 2022. Più di un GW delle nuove connessioni interessa il settore residenziale con impianti di potenza inferiore ai 20 kW (poco meno della metà degli impianti complessivi). Dopo il picco ad inizio 2023, la tendenza nel settore ha subito un calo: questo dato indica che il boom di installazioni dovute al Superbonus 110% si sta esaurendo.

Per gli impianti di potenza compresa tra i 20 kW e i 1000 kW, nel settore C&I si registra il 36% della potenza complessiva installata. Il trend in costante aumento delle connessioni mensili (a partire da fine 2022) ha compensato in parte il calo del settore residenziale. Nel terzo trimestre 2023 sono stati connessi impianti per 558 MW, un valore mai raggiunto prima. Come detto, la spiegazione più plausibile è che, considerando i prezzi volatili, le imprese italiane intendono restare competitive nel mercato globale. Per riuscirci, sono state spinte a stabilizzare il prezzo del kWh autoconsumato con l’installazione di un nuovo impianto fotovoltaico.

Si attestano al 15% del totale connesso gli impianti con potenza che supera il MW. Rimangono stabili le connessioni utility scale fino a 10 MW, mentre calano le connessioni dei mega impianti con potenza superiore ai 10 MW.

Report Italia Solare Fotovoltaico Q3 2023: andamenti regionali, Lombardia al 1° posto

Secondo l’elaborazione dei dati aggiornati al 30 settembre 2023 di Italia Solare, il Nord Italia si conferma la ‘culla’ del settore fotovoltaico italiano. Più del 50% di installazioni (1.877 MW) dei 3 trimestri 2023 interessano Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto:laLombardia, da sola, pesa per circa il 19% del totale.

Dunque, la Lombardia resta la regione più solarizzata d’Italia: con 3.803 MW di potenza cumulata sfiora i 4 GW di potenza installata cumulativa. A seguire la Pugliache vanta 3.240 MW di potenza fotovoltaica connessa, Veneto (2.980 MW), Emilia-Romagna (2.873 MW) e Piemonte (2.362 MW). Nell’ultimo trimestre del 2023 la Lombardia non ha arrestato la sua crescita con 654 MW connessi, seguita da Veneto e Piemonte.

Le uniche Regioni che, nel 2023, hanno connesso impianti sopra i 10 MW sono: Sardegna (36 MW), Basilicata (20 MW), Piemonte e Puglia (10 MW ognuna).

Nel confronto con il 2022, sono 3 le Regioni che nei primi 3 trimestri hanno superato il 200% di variazione percentuale della potenza connessa: Trentino Alto Adige (285%), Friuli Venezia Giulia (216%) e Veneto (202%). 

Dando uno sguardo al Centro Italia, le connessioni sono rimaste invariate, stabili nelle isole. Si è registrato un calo in due Regioni: Lazio e Valle D’Aosta (60%).

Fonte: Elaborazione Italia Solare su dati Gaudì di Terna o Elaborazione Italia Solare su dati GSE.

francesco ciano piu power

Francesco CIANO

PIU POWER LOGO
Il fotovoltaico ECCEZIONALE

Ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità sul mondo del fotovoltaico.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Scrivimi su Whatsapp
1
Clicca per iniziare la conversazione
PiuPOWER Servizio Clienti
Ciao sono Anna Rita del Servizio Clienti di PiuPOWER. In cosa posso esserti utile?
Se desideri ricevere un'offerta per un sistema fotovoltaico di qualità, compila il form presente sul sito e sarai ricontattato entro 7 minuti (in orario di apertura Lun. / Ven 09.00 - 18.00).