Bonus fotovoltaico - Cos'è lo scambio sul posto? - PiuPower
più power new 720x310

Bonus fotovoltaico
Cos'è lo scambio sul posto? - PiuPower

Cos’è lo scambio sul posto?

Fotovoltaico, scambio sul posto: cos’è, come funziona, conviene?

Il meccanismo di incentivazione energetica relativo al Fotovoltaico, noto come “scambio sul posto “, ha notevolmente contribuito allo sviluppo del settore. Questa particolare forma di autoconsumo alternativa ai sistemi di accumulo permette ai proprietari di impianti fotovoltaici di immettere nella rete elettrica nazionale l’energia pulita prodotta in eccesso (non consumata nell’immediato) ricevendo un compenso.

L’importo spettante viene calcolato compensando l’energia generata in sovrappiù e non consumata con l’energia acquistata dalla rete elettrica, quando quella prodotta dall’impianto è insufficiente a coprire il fabbisogno istantaneo. L’energia in surplus immessa nella rete verrà distribuita ad altri utenti mentre il proprietario dell’impianto riceverà un credito/rimborso oppure una bolletta alleggerita della quota di energia ceduta.

Come funziona lo scambio sul posto? Quali sono i vantaggi e le prospettive future? Conviene di più lo scambio sul posto o il sistema di accumulo domestico?

Fotovoltaico, scambio sul posto: come funziona

La modalità di scambio sul posto (noto anche come net metering) permette di valorizzare l’energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico di tipo residenziale e, quindi, di risparmiare nel pieno rispetto dell’ambiente. Il proprietario di un impianto fotovoltaico, dopo aver autoconsumato una parte dell’energia generata per il proprio fabbisogno energetico quotidiano, ha la possibilità di cedere la parte non utilizzata e immagazzinata al GSE (Gestore dei Servizi Energetici) dopo averla immessa nella rete elettrica nazionale attraverso un contatore bidirezionale in grado di registrare i kWh ceduti (come pure la quantità di energia prelevata dalla rete stessa).

In mancanza di sistemi di accumulo, grazie allo scambio sul posto la rete elettrica diventa un mezzo per immagazzinare virtualmente l’energia prodotta in sovrappiù e non consumata subito dopo averla prodotta.

Si accede a questo servizio con un contratto di stipula della durata di un anno, che scade ogni 31 dicembre, rinnovabile tacitamente a meno che il produttore non decida diversamente inviando una comunicazione al GSE nei tempi previsti dal contratto.

Il produttore che cede l’energia al GSE riceve un credito calcolato con una formula specifica. Il calcolo della compensazione si basa su 2 principali elementi: quota energia (immessa in rete) e quota servizi (per l’uso della rete elettrica).

Il credito va a compensare le spese sostenute per l’acquisto di elettricità dalla rete nei giorni in cui l’impianto fotovoltaico non genera energia e nelle ore di buio. Nella bolletta ricevuta sono indicate tutte le quote di energia immessa e prelevata. Si pagherà la differenza (se l’energia prelevata risulterà maggiore di quella immessa) oppure si otterrà un credito/rimborso (se l’energia immessa risulta superiore a quella prelevata).

Lo scambio sul posto consente un risparmio importante sulla bolletta elettrica riducendo il costo totale dell’energia acquistata dalla rete tradizionale.

A chi spetta e come fare domanda

Sono due le categorie di clienti che possono accedere allo scambio sul posto:

  • Clienti finali proprietari di diversi punti di prelievo e immissione di energia elettrica che sono anche produttori tramite impianti connessi alla rete mediante questi punti, ovvero con mandato da un altro produttore che fruisce altrove dello scambio sul posto;
  • Clienti finali di un Altro Sistema Semplice di Produzione e Consumo (ASSPC) che sono anche produttori di energia elettrica avendo ricevuto mandato da un produttore terzo dell’ASSPC.

Si può accedere all’SSP secondo due modalità a scelta:

  • Iter semplificato: la richiesta va inviata contestualmente alla domanda di connessione tramite Modello Unico al proprio gestore di rete;
  • Iter ordinario: la domanda va inviata online tramite Area Clienti del GSE entro 60 giorni dalla data di allaccio dell’impianto fotovoltaico alla rete elettrica. Nell’istanza occorrerà indicare tutti i dati dell’impianto fotovoltaico.

Chi ha usufruito del Superbonus 110% non può richiedere il servizio di scambio sul posto né attivare allo stesso tempo il Ritiro Dedicato. Quest’ultimo è un sistema del GSE che permette di effettuare una vendita dell’energia elettrica generata in più e non autoconsumata. Il Ritiro Dedicato conviene in caso di impianti di grande taglia.

Fotovoltaico: scambio sul posto confermato per il 2024, rimborsi in arrivo a giugno

Lo scambio sul posto (SSP) è l’alternativa al sistema di accumulo domestico per assicurarsi l’indipendenza energetica dalla rete elettrica nazionale. Con questo sistema si diventa prosumer: si vende il surplus energetico direttamente al proprio fornitore di elettricità.

Inizialmente, ha fatto da leva per stimolare l’installazione di impianti fotovoltaici: in seguito, l’SSP è stato sostituito da altre agevolazioni. Di recente, per l’anno in corso, è stata confermata la validità dello scambio sul posto. I rimborsi in bolletta sono previsti a giugno 2024: i prosumer italiani, nel mese di giugno, riceveranno il conguaglio completo dell’energia green pagata e venduta nel 2022 legata alla fornitura di energia elettrica.

Il GSE ha fornito date precise in merito. Per gli acconti, comunicherà gli importi spettanti per il 1° e 2° trimestre entro il 15 maggio e 15 ottobre dell’anno di fornitura di energia alla rete con erogazione del conguaglio, rispettivamente, entro il 15 giugno e 15 novembre. Per il saldo, comunicherà entro il 15 maggio dell’anno successivo con erogazione del saldo entro il 30 giugno.

Il GSE paga l’energia immessa in rete dall’impianto fotovoltaico e ri-prelevata con una tariffa media di circa 0,15 € a kWh. Attualmente, in regime di scambio sul posto paga 0,8 c€/kWh.

Il Gestore rimborsa solo la quota energia (relativa ai consumi), non tutte le altre voci della bolletta come tasse, trasporto, costi fissi ad un valore di mercato inferiore rispetto a quello attuale.

Per verificare il rimborso spettante, basterà accedere al proprio profilo collegandosi sul sito del GSE. Una volta selezionate le voci ‘servizi’, ‘rinnovabili elettriche’ e ‘scambio sul posto’, si potrà visionare il saldo riferito all’anno precedente nel menù ‘pagamento e fatture’ inserendo il codice del contratto e i dati del periodo d’interesse.

I vantaggi

Lo scambio sul posto presenta diversi vantaggi sia per il sistema energetico sia per i proprietari di impianti fotovoltaici:

  • Riduzione dei costi energetici grazie alla compensazione tra energia immessa e prelevata;
  • Autoconsumo incentivato;
  • Stimolo all’utilizzo di energie rinnovabili;
  • Riduzione delle emissioni di CO2, quindi sostenibilità ambientale;
  • Maggiore autonomia, indipendenza energetica dai fornitori tradizionali;
  • Accesso a incentivi statali e regionali che rendono più conveniente l’installazione di impianti fotovoltaici.

Sistema di accumulo fotovoltaico o scambio sul posto?

Il Superbonus, come detto, non è cumulabile con lo scambio sul posto, mentre le batterie di accumulo rientrano nel bonus.

Il sistema di accumulo risulta essere più vantaggioso dello scambio sul posto per almeno tre buoni motivi:

  • È possibile soddisfare fino all’80% del proprio fabbisogno energetico quotidiano con energia pulita autoprodotta, vale a dire il 50% in più dell’impianto fotovoltaico senza storage;
  • Godere nell’immediato della propria energia autoprodotta presenta vantaggi economici maggiori rispetto ad un contributo annuale per lo scambio sul posto;
  • Grazie al sistema di accumulo, l’utente è libero da rincari, variazioni di prezzo o del meccanismo di scambio sul posto.

Rispetto al sistema di accumulo. lo scambio sul posto non necessita di lavori d’installazione, di manutenzione e non occupa spazio in casa. Potrebbe convenire nel caso in cui l’energia prelevata dalla rete si avvicinasse a quella immessa nella rete elettrica, in termini di kW, ma questo in realtà non succede quasi mai, ad eccezione dei piccoli impianti residenziali.

Il sistema di accumulo assicura la convenienza sul lungo termine.

Lo scambio sul posto ha un futuro?

Attualmente, il sistema scambio sul posto è regolamentato dal GSE. E’ incluso nelle politiche di incentivazione delle energie rinnovabili promosse dall’Italia e dall’UE. Rappresenta un’importante leva per favorire l’installazione di impianti fotovoltaici nell’ambito della transizione energetica. Il suo futuro dipenderà dalle politiche energetiche europee e italiane, ma anche dai progressi tecnologici legati alle fonti rinnovabili.

Le normative italiane non specificano una precisa data di scadenza del servizio scambio sul posto, che è soggetto a revisione periodica. Secondo l’obiettivo europeo di decarbonizzazione entro il 2050, le modalità di incentivazioni in futuro potrebbero cambiare. Il sistema potrebbe essere progressivamente affiancato o rimpiazzato da altre forme di incentivazione come, ad esempio, le Comunità Energetiche o i sistemi di Autoconsumo Collettivo.

Francesco Ciano

Francesco CIANO

PIU POWER LOGO
Il fotovoltaico ECCEZIONALE

Ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità sul mondo del fotovoltaico.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

scambio sul posto

Indice

Al via le domande per i nuovi incentivi

Contatta i nostri esperti per sapere se puoi beneficiarne anche tu.

Cosa facciamo

E’ possibile raggiungere l’indipendenza energetica? Che che se ne dica, posso risponderti, con assoluta certezza, SI! Ma come puoi ottenere questo risultato senza sborsare fior fior di quattrini ed evitare di prendere delle fregature? Noi di PiuPOWER, grazie all’esperienza maturata in oltre 27 anni, abbiamo messo a punto un modo semplice ma efficace, per aiutarti a raggiungere l’indipendenza energetica.

Ecco come:

Sopralluogo tecnico

Un tecnico specializzato si occuperà di effettuare un sopralluogo e di porti alcune domande chiave*

Analisi fattibilità

Dopo aver appreso le tue reali esigenze, individueremo il miglior prodotto che più fa al caso tuo*

Calcolo efficientamento

Ti indicheremo in modo chiaro e semplice i tempi di rientro dell’investimento e ti aiuteremo a fare la scelta migliore*

Calcolo efficientamento

Ci occuperemo di tutto noi, dalla progettazione alla realizzazione all’assistenza h24 del tuo impianto fotovoltaico*

Diventa INDIPENDENTE

Inserisci i tuoi dati, poi mettiti comodo, pensiamo a tutto noi.