più power new 720x310

Bonus Fotovoltaico 2024

Bonus Fotovoltaico 2024: A Chi Spetta, Come Richiederlo, Quanto Si Risparmia

Bonus fotovoltaico 2024: buone notizie per chi ha intenzione di installare pannelli solari per uso residenziale. Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha dato l’ok sull’accesso agevolato all’energia rinnovabile in favore delle famiglie meno abbienti, in possesso di certi requisiti che spieghiamo in dettaglio in questa guida al Bonus Fotovoltaico 2024. Sottolineiamo che questo bonus è disponibile per le annualità 2024 e 2025: verrà avviato nel 2024 e coprirà anche l’anno 2025.

Grazie a questo incentivo chi non aveva la possibilità di acquistare un impianto fotovoltaico per risparmiare sui costi dell’energia ora può farlo realizzando l’impianto gratis o quasi. Le risorse disponibili del nuovo Fondo Nazionale per il Reddito Energetico (istituito con la Delibera CIPESS 27 dicembre 2022) consentiranno alle famiglie con ISEE basso di realizzare impianti fotovoltaici nelle abitazioni private.

L’obiettivo di questa misura approvata per l’anno in corso è aiutare doppiamente i nuclei familiari in difficoltà economiche tanto nell’acquisto e installazione dei pannelli solari quanto nel risparmio in bolletta promesso e mantenuto dall’utilizzo di fonti rinnovabili.

Per questa misura finanziata, come detto, dal Fondo Nazionale per il Reddito Energetico sono stati stanziati 200 milioni di euro. E’ disciplinata dal Decreto 8 agosto 2023 pubblicato in GU Serie Generale n. 261 dell’8 novembre 2023

Vediamo i dettagli, in cosa consiste il Bonus Fotovoltaico 2024, quali sono i requisiti per ottenerlo, come funziona in base alla normativa disponibile e come richiederlo.

Concludiamo la guida rispondendo a una domanda che si pongono in molti: perché l’impianto fotovoltaico non è ammesso nell’Ecobonus?

Bonus Fotovoltaico 2024: in cosa consiste, requisiti reddituali e caratteristiche degli impianti

E’ in arrivo il Bonus Fotovoltaico 2024 (noto anche come Reddito Energetico) destinato alle famiglie meno abbienti per realizzare impianti fotovoltaici in assetto di autoconsumo.

Il sostegno economico spetta alle persone fisiche che appartengono a nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

  • un ISEE inferiore ai 15mila euro;
  • un ISEE inferiore a 30mila euro in caso di 4 o più figli a carico.

In più, la misura prevede specifici requisiti da rispettare associati al tipo di impianto fotovoltaico da installare, espressamente indicati dal MASE (Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica).

Quali sono le caratteristiche previste per gli impianti fotovoltaici ammessi al Bonus?

Innanzitutto, gli impianti da installare devono essere al servizio di unità residenziali appartenenti a nuclei familiari in condizione di disagio economico.

Gli impianti finanziabili devono possedere le seguenti caratteristiche tecniche:

  • potenza nominale non inferiore ai 2 kW e non superiore ai 6 kW. Più in generale, non devono superare la potenza nominale in prelievo sul punto di connessione;
  • realizzazione su superfici, coperture, aree e pertinenze per le quali il beneficiario è titolare di un diritto reale valido.

Ricordiamo che i pannelli fotovoltaici, che convertono l’energia solare in energia elettrica, per uso domestico possono essere installati sul tetto, sulla facciata di un edificio o di una casa oppure a terra.

Bonus Fotovoltaico 2024: come funziona

Il Bonus Fotovoltaico 2024 prevede l’erogazione di risorse destinate alle famiglie con ISEE basso.

Le risorse vengono rese disponibili dal Fondo Reddito Energetico di natura rotativa: all’operatività di questo fondo lavora il GSE (Gestore Servizi Energetici). Per gli anni 2024 e 2025 sono stati stanziati 200 milioni di euro totali, in gran parte destinati al Mezzogiorno. Le risorse saranno destinate, per l’80%, a 8 Regioni: Sardegna, Sicilia, Puglia, Campania, Molise, Calabria, Abruzzo e Basilicata. Per le suddette Regioni sono stati stanziati 80 milioni di euro, mentre per le altre Regioni o Province autonome 20 milioni.

E’ possibile incrementare il Fondo Reddito Energetico con un versamento volontario da parte di Amministrazioni centrali, Regioni, Province autonome, Enti pubblici, risorse dai fondi di investimento europei, organizzazioni no-profit. Tutti i soggetti coinvolti devono stipulare accordi con il Ministero per l’assegnazione delle risorse aggiuntive secondo le relative aree geografiche.

Bonus Fotovoltaico 2024: come richiederlo

Per la gestione del Fondo, il Gestore dei Servizi Energetici rende disponibile una piattaforma informatica digitale non ancora attivata per vari servizi: presentazione delle richieste di accesso alle agevolazioni, rendicontazione e monitoraggio dei risultati, transazioni economiche del Fondo.

Non essendo stata attivata la piattaforma del GSE, ad oggi non è ancora possibile richiedere il bonus fotovoltaico in base alle modalità del Decreto 8 agosto 2023.

Quando sarà attivata, verranno comunicate in dettaglio anche le modalità per la richiesta dell’agevolazione.

Il duplice obiettivo del bonus è sociale (sostiene le famiglie in difficoltà) e ambientale (promuove l’uso di energia rinnovabile, pulita, per un’equa e reale sicurezza energetica).

L’impianto fotovoltaico non rientra nell’Ecobonus: perché?

L’impianto fotovoltaico, come abbiamo visto, è un intervento per cui si può beneficiare del Bonus Fotovoltaico. Non è ammesso all’Ecobonus.

La misura dell’Ecobonus è un’agevolazione pensata per lavori finalizzati al risparmio energetico. Rientrano in questa agevolazione interventi di riqualificazione degli edifici come sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore o caldaie a biomasse.  Prevede una detrazione IRPEF o IRES del 65% delle spese sostenute fino a 100mila euro per ciascuna unità immobiliare.

I lavori ammessi all’Ecobonus riguardano la riduzione del fabbisogno di energia primaria dell’immobile: questo specifico obiettivo non può essere soddisfatto con l’installazione di un impianto fotovoltaico. Quest’ultimo non contribuisce a ridurre il fabbisogno di energia primaria.

L’installazione di un impianto fotovoltaico rientra tra i lavori agevolabili del Bonus Ristrutturazione che prevede l’uso di fonti rinnovabili per la produzione di energia pulita. Le due misure si distinguono, in pratica, per le diverse finalità.

Il Bonus Ristrutturazione consiste in una detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute fino a 96.000 euro per unità ed interessa solo gli immobili abitativi, quindi per uso domestico.

L’incentivo è cumulabile con i servizi di Scambio sul Posto e Ritiro Dedicato del GSE. Si potranno aggiungere (anche successivamente) le spese sostenute per l’integrazione del sistema di accumulo da portare in detrazione.

Al contrario dell’Ecobonus, il Superbonus ammette l’installazione di impianti fotovoltaici tra gli interventi agevolabili ma li colloca tra i lavori trainati. Ciò significa che bisognerà realizzare l’intervento contestualmente a lavori di maggiore entità (trainanti).

Per fruire del Superbonus in relazione all’installazione di un impianto fotovoltaico, sarà obbligatorio sottoscrivere il contratto di Ritiro Dedicato con il GSE, contrariamente a quanto previsto per il Bonus Ristrutturazione. Non è ammesso, oltretutto, il servizio dello Scambio sul Posto.

Francesco CIANO

PIU POWER LOGO
Il fotovoltaico ECCEZIONALE

Ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità sul mondo del fotovoltaico.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Bonus fotovoltaico 2024

Indice

Al via le domande per i nuovi incentivi

Contatta i nostri esperti per sapere se puoi beneficiarne anche tu.

Cosa facciamo

E’ possibile raggiungere l’indipendenza energetica? Che che se ne dica, posso risponderti, con assoluta certezza, SI! Ma come puoi ottenere questo risultato senza sborsare fior fior di quattrini ed evitare di prendere delle fregature? Noi di PiuPOWER, grazie all’esperienza maturata in oltre 27 anni, abbiamo messo a punto un modo semplice ma efficace, per aiutarti a raggiungere l’indipendenza energetica.

Ecco come:

Sopralluogo tecnico

Un tecnico specializzato si occuperà di effettuare un sopralluogo e di porti alcune domande chiave*

Analisi fattibilità

Dopo aver appreso le tue reali esigenze, individueremo il miglior prodotto che più fa al caso tuo*

Calcolo efficientamento

Ti indicheremo in modo chiaro e semplice i tempi di rientro dell’investimento e ti aiuteremo a fare la scelta migliore*

Calcolo efficientamento

Ci occuperemo di tutto noi, dalla progettazione alla realizzazione all’assistenza h24 del tuo impianto fotovoltaico*

Diventa INDIPENDENTE

Inserisci i tuoi dati, poi mettiti comodo, pensiamo a tutto noi.