più power new 720x310

Cosa bisogna sapere prima di installare un impianto fotovoltaico

Cosa bisogna sapere prima di installare un impianto fotovoltaico: come fare, procedure, autorizzazioni, tempistiche

Cosa bisogna sapere prima di installare un impianto fotovoltaico? Per un impianto fotovoltaico, l’installazione è una procedura delicata, da seguire con attenzione e cura. Gli impianti a pannelli fotovoltaici sono sistemi complessi: devono essere scelti secondo le esigenze singole ed installati correttamente, il che richiede l’intervento di un professionista del settore. L’installazione non può essere improvvisata: occorre richiedere l’assistenza e l’intervento di un tecnico specializzato.

Ancor prima dell’installazione, è necessario capire quali sono le procedure da seguire in termini di progetto, valutazioni preliminari, precisi calcoli da effettuare per il dimensionamento di tutte le componenti, analisi dettagliate del rendimento. Dalla progettazione all’installazione, se tutto viene eseguito in modo corretto, si potranno ottenere i massimi benefici offerti dal Fotovoltaico.

Tutti noi sappiamo, ormai, che l’installazione di un impianto fotovoltaico costituisce uno step essenziale nelle moderne pratiche edilizie. Da una parte, contribuisce ad un notevole risparmio in bolletta; dall’altra, ha un impatto positivo sull’efficienza energetica e sull’ambiente. Chi utilizza questa fonte rinnovabile, mentre contribuisce a ridurre l’inquinamento locale e globale, diventa produttore di energia pulita raggiungendo un’autonomia e un’indipendenza preziosa a livello di produzione e consumo energetico. Si può ridurre la bolletta dell’energia elettrica fino al 75% evitando di trovarsi in balia del mercato. Senza contare che le detrazioni fiscali permettono di recuperare in 10 anni il 50% della spesa.

Come e dove installare gli impianti fotovoltaici?

Cosa bisogna sapere prima di installare un impianto fotovoltaico: cosa serve, caratteristiche dell’impianto

L’impianto fotovoltaico è in grado di sfruttare al massimo l’energia solare, che viene convertita in fonte elettrica efficiente e pulita.

Prima di pensare all’installazione, occorre comprendere le caratteristiche essenziali ed il funzionamento di questo impianto, costituito dai seguenti elementi:

  • Pannelli fotovoltaici;
  • Inverter DC/AC, che trasforma l’energia continua in energia alternata;
  • Quadro di campo;
  • Contatori (se l’impianto è connesso alla rete elettrica);
  • Sistema di accumulo (se dispone di batterie).

Sono due le tipologie di impianto fotovoltaico:

  • A isola (stand alone, off-grid): indipendente, non collegato alla rete di distribuzione, che sfrutta o accumula l’energia generata;
  • Grid-connected (on-grid): connesso ad una rete elettrica esistente, che consente anche di scambiare l’energia prodotta.

Un passaggio indispensabile è la richiesta di connessione ad una rete di distribuzione di energia elettrica da inviare all’azienda locale che ha in carico la distribuzione stessa. Dopo le necessarie verifiche, l’azienda sostituirà il vecchio contatore con uno bidirezionale in grado di misurare quanta energia si preleva dalla rete e quanta di quella generata e non consumata viene immessa nella rete elettrica locale.

A loro volta, i pannelli solari (moduli) con celle fotovoltaiche possono essere:

  • Monocristallini, che offrono la massima efficienza per via della presenza di cristalli singoli;
  • Policristallini, con una struttura più variegata;
  • In silicio amorfo, moduli flessibili ma con un rendimento inferiore.

Installazione di un impianto fotovoltaico: procedura da seguire

Per installare correttamente impianto e pannelli fotovoltaici, è necessario procedere con i seguenti step:

  • Una volta individuato il fornitore, un tecnico specializzato procederà con il sopralluogo per valutare le caratteristiche dell’abitazione e la fattibilità dell’installazione dell’impianto. La valutazione include verifica di eventuali vincoli ed analisi dell’esposizione solare nella zona di interesse, dove verranno collocati i pannelli fotovoltaici;
  • In caso di valutazione positiva, il tecnico elaborerà il progetto dell’impianto tenendo conto del numero dei residenti, disponibilità finanziarie, abitudini in termini di consumo;
  • Al termine del progetto, l’azienda fornitrice supporterà il cliente per effettuare la richiesta di autorizzazione o comunicazione agli enti competenti. L’autorizzazione paesaggistica è regolata dall’art. 146 del dlgs 42/2004. Ha una validità di 5 anni entro cui bisogna completare i lavori, altrimenti bisognerà richiedere una nuova autorizzazione. In caso di immobile che non ricade in un’area sottoposta a vincoli (storici, paesaggistici, artistici, ambientali, ecc.), non servirà un’autorizzazione ma una semplice comunicazione tramite Modello Unico al gestore della rete. Al contrario, se l’immobile si trova in una zona sottoposta a vincoli servirà il nullaosta paesaggistico dalla autorità competenti sul territorio. Bisognerà richiedere un’autorizzazione ordinaria oppure semplificata (per altri interventi edilizi).

In seguito, al termine dell’installazione dei moduli, l’azienda fornitrice dovrà rilasciare la dichiarazione di conformità dell’impianto fotovoltaico con una copia del progetto.

Cosa bisogna sapere prima di installare un impianto fotovoltaico: dove installare i pannelli?

I moduli fotovoltaici possono essere installati sul tetto di un edificio, sulla facciata oppure a terra. Bisogna valutare con attenzione vari aspetti tecnici, prima di scegliere dove posizionare i pannelli.

Di solito, la migliore posizione per l’installazione dell’impianto è il tetto di casa in quanto ben esposto alla luce solare: inoltre, la superficie di 20 mq circa basta per un impianto domestico. Non tutti i tetti, però, sono adatti: quelli ideali sono i tetti a falda o piani, mentre i meno adatti sono quelli con superfici curve. In base alle esigenze, comunque, potrebbe risultare necessaria una struttura portante per inclinare i pannelli.

La posizione geografica della casa incide sulla produzione annuale.

Durante il sopralluogo, per scegliere la migliore soluzione, l’installatore dovrà valutare la fattibilità tenendo conto dei seguenti aspetti:

  • Lo spazio necessario a seconda del numero di pannelli le cui dimensioni, in media, sono di 1,7 m di lunghezza e 1,1 m di larghezza. Di regola, ci vogliono circa 6 moduli da 370 W per ogni 2 kW di potenza. Per un impianto domestico da 3 kW sono necessari 9 moduli circa, che occupano 16 mq su tetti a falde e 25 mq su superfici piane;
  • Il corretto orientamento dei pannelli fotovoltaici con esposizione ottimale verso Sud (anche sud-est o sud-ovest) e inclinazione tra 10° e 35°. Il tutto per assicurare una resa ottimale;
  • L’eventuale presenza di ostacoli, perché altri edifici o alberi possono ombreggiare i pannelli compromettendo l’efficienza totale dell’impianto, quindi riducendo la produzione di energia.

Le celle fotovoltaiche sono sensibili al calore intenso: più si riscaldano, meno energia saranno in grado di generare. Le parti del tetto esposte alla circolazione naturale dell’aria ed al vento migliorano le prestazioni dei pannelli.

La scelta oculata del luogo di installazione è fondamentale se vogliamo massimizzare l’efficienza dell’impianto e sfruttare al meglio l’energia solare disponibile.

Installazione Fotovoltaico: tempistiche

Gli attuali progressi tecnologici hanno ridotto notevolmente le tempistiche per l’installazione e connessione di un impianto fotovoltaico alla rete.

Ovviamente, non tutti gli impianti e non tutti i progetti sono uguali, ognuno deve rispondere alle esigenze del singolo cliente. Tutto dipende dalla complessità degli interventi. Le tempistiche variano da un minimo di 2 mesi ad un massimo di 5 mesi.

Vediamo quali sono le tempistiche dettagliate in base alle singole operazioni:

  • L’acquisto dell’impianto può richiedere fino a 15 giorni lavorativi, a prescindere se si paghi in contanti o tramite finanziamento;
  • Dopo il pagamento, la comunicazione al Comune dell’installazione richiede alcuni giorni per verificare se ci siano vincoli oppure ostacoli;
  • Una volta ottenute le autorizzazioni amministrative necessarie, l’installazione vera e propria richiede poche settimane. In assenza di complessità dovute al numero dei pannelli, la squadra di tecnici ci mette un giorno per installare l’impianto;
  • La fase più lunga è l’operazione di allacciamento dell’impianto fotovoltaico, dalle tempistiche variabili. Si passa da 2 mesi per l’iter semplificato in caso di impianti pari o inferiori a 20 kW a circa 5 mesi per lavori più complessi su impianti che superano i 20 kW.

Fotovoltaico, installazione: tutti i vantaggi

Riassumiamo, di seguito, i vantaggi legati all’installazione di un impianto fotovoltaico:

  • Risparmio in bolletta grazie all’autoproduzione di energia elettrica;
  • Incentivi previsti, in certi casi, come il Superbonus 90-110% fino a 48mila euro di spese e bonus ristrutturazione 50% sull’IRPEF fino a 96mila euro di spese per il recupero di parte dei costi d’acquisto e installazione;
  • Rispetto per l’ambiente in quanto le fonti rinnovabili contribuiscono a ridurre le emissioni di gas serra contenendo gli impatti del riscaldamento globale;
  • Maggiore autonomia energetica, in particolare con il sistema di accumulo che richiede l’integrazione di batterie. Se l’autoproduzione di energia aumenta l’indipendenza energetica della casa, il sistema di accumulo garantisce un’ulteriore autonomia e ottimizzazione delle risorse perché consente lo stoccaggio dell’energia pulita prodotta ed il suo utilizzo in periodi successivi alla produzione;
  • Durata dell’impianto fotovoltaico che, in media, si attesta a 25 anni con un ritorno sull’investimento nell’arco di pochi anni. La manutenzione periodica aiuta l’impianto a mantenersi efficiente e duraturo.
francesco ciano piu power

Francesco CIANO

PIU POWER LOGO
Il fotovoltaico ECCEZIONALE

Ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità sul mondo del fotovoltaico.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

cosa bisogna sapere prima di installare un impianto fotovoltaico

Indice

Al via le domande per i nuovi incentivi

Contatta i nostri esperti per sapere se puoi beneficiarne anche tu.

Cosa facciamo

E’ possibile raggiungere l’indipendenza energetica? Che che se ne dica, posso risponderti, con assoluta certezza, SI! Ma come puoi ottenere questo risultato senza sborsare fior fior di quattrini ed evitare di prendere delle fregature? Noi di PiuPOWER, grazie all’esperienza maturata in oltre 27 anni, abbiamo messo a punto un modo semplice ma efficace, per aiutarti a raggiungere l’indipendenza energetica.

Ecco come:

Sopralluogo tecnico

Un tecnico specializzato si occuperà di effettuare un sopralluogo e di porti alcune domande chiave*

Analisi fattibilità

Dopo aver appreso le tue reali esigenze, individueremo il miglior prodotto che più fa al caso tuo*

Calcolo efficientamento

Ti indicheremo in modo chiaro e semplice i tempi di rientro dell’investimento e ti aiuteremo a fare la scelta migliore*

Calcolo efficientamento

Ci occuperemo di tutto noi, dalla progettazione alla realizzazione all’assistenza h24 del tuo impianto fotovoltaico*

Diventa INDIPENDENTE

Inserisci i tuoi dati, poi mettiti comodo, pensiamo a tutto noi.