più power new 720x310

Fotovoltaico nuovi incentivi CER

Fotovoltaico, nuovi incentivi CER: al via le domande, apre la piattaforma GSE

L’8 aprile ha segnato l’apertura della piattaforma GSE per il Fotovoltaico in merito ai nuovi incentivi CER. Il Gestore dei Servizi Energetici ha aperto le porte web a tutti coloro che intendono fare richiesta di accesso alle tariffe agevolate ed ai contributi per la produzione/autoconsumo di energia elettrica generata da impianti fotovoltaici facenti parte delle Comunità Energetiche Rinnovabili. Ricordiamo che il Decreto CER è in vigore dallo scorso 24 gennaio.

Il MASE (Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica) ha appena pubblicato il decreto direttoriale con avviso pubblico che definisce tempi, criteri e modalità di richiesta per il Bonus Energia dedicato alle CER. Sono finalmente disponibili le procedure per presentare le domande di agevolazione che permettono di ottenere i contributi per incentivare lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili.

Le tariffe agevolate ed i contributi a fondo perduto previsti nel Decreto CER sono rivolti ad imprese, cittadini, associazioni, amministrazioni ed altri soggetti nell’ambito di tutte le tecnologie rinnovabili (fotovoltaico, eolico, idroelettrico, biomasse, ecc.). E’ possibile presentare le richieste entro il 31 marzo 2025 o fino ad esaurimento fondi.

Vediamo i dettagli e come fare domanda.

Fotovoltaico, nuovi incentivi CER: apre la piattaforma digitale GSE

Il GSE ha attivato le piattaforme digitali in Area Clienti necessarie per inoltrare le richieste di accesso alle tariffe incentivanti ed ai contributi a fondo perduto e per la valutazione preliminare dell’idoneità dei progetti.

I nuovi incentivi CER, disciplinati dal decreto MASE n. 414 del 7 dicembre 2023, sono stati approvati lo scorso novembre dalla Commissione Europea. Tali misure sostengono l’autoconsumo e la creazione delle CER (Comunità Energetiche Rinnovabili) ovvero gruppi di imprese, cittadini, associazioni, amministrazioni ed altri soggetti che contribuiscono alla produzione di energia pulita fruendo dei vantaggi dell’autoconsumo.

Per ottenere le agevolazioni, le Comunità Energetiche Rinnovabili devono essere già costituite all’atto della presentazione della domanda di accesso agli incentivi.

Tariffa incentivante e contributo a fondo perduto

Il Decreto CER, effettivo dal 24 gennaio 2024, prevede due tipologie di incentivi: la tariffa agevolata e il contributo a fondo perduto.

La tariffa incentivante è rivolta a chiunque costituisca una CER su tutto il territorio italiano. Garantisce un risparmio sui costi dell’energia rinnovabile prodotta e condivisa. La potenza finanziabile è di 5 GW totali entro la fine del 2027.

Beneficiano, invece, del contributo a fondo perduto i territori dei Comuni italiani con meno di 5mila abitanti per i quali sono stati stanziati 2,2 miliardi di euro grazie alle risorse PNRR. Il contributo arriva fino al 40% dei costi ammissibili per gli impianti a progetto ed è cumulabile con l’agevolazione in tariffa. In tal caso, la potenza finanziabile di complessivi 2 GW ha una scadenza diversa: 30 giugno 2026.

I contributi spettano a chi sostiene l’investimento per realizzare o potenziare l’impianto fotovoltaico a patto che rispetti i requisiti previsti nelle Regole Operative del GSE per l’accesso al servizio per autoconsumo diffuso ed al contributo PNRR.

Le suddette Regole Operative, incluse nel Decreto CACER (è con questo acronimo che il Regolamento GSE definisce il Decreto CER) e TIAD, definiscono i requisiti per impianti e comunità, istruzioni per la richiesta degli incentivi, modulistica, scadenze, coordinamento con altre agevolazioni alle Rinnovabili.

Fotovoltaico, nuovi incentivi CER: ecco come fare domanda sulla piattaforma GSE

Con l’apertura della piattaforma digitale GSE “parte, a tutti gli effetti, la svolta delle CER” – secondo il commento di Gilberto Pichetto, Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

Dall’8 aprile, si può quindi procedere all’invio delle richieste di contributi per le Comunità Energetiche Rinnovabili e le configurazioni di autoconsumo. Riguardo alle configurazioni con impianti a progetto, gli interessati possono richiedere la verifica preliminare per l’accertamento dell’ammissibilità all’autoconsumo diffuso.

Le domande devono essere presentate tramite il portale presente sul sito web ufficiale del GSE accedendo tramite le proprie credenziali (dopo la registrazione) o tramite SPID. E’ necessario usare l’app “SPC – Sistemi di Produzione e Consumo” che trovate all’interno del portale GSE. Per l’utilizzo dell’applicazione SPC, basta seguire le istruzioni contenute nel manuale utente accessibile anche da menù dell’app.

Riguardo alla domanda di contributo a fondo perduto, in fase di richiesta occorre allegare la documentazione su impianti e CER, l’eventuale documentazione antimafia e l’autodichiarazione generata dal portale al momento della domanda.

Tutti i moduli sono allegati al Regolamento. Il Gestore dei Servizi Energetici, dopo aver effettuato un’istruttoria, potrà compiere tre azioni: comunicherà l’accettazione della domanda, chiederà ulteriori informazioni oppure rigetterà la domanda motivando il diniego. Basandosi sulle caratteristiche dell’impianto, il GSE fisserà, inoltre, l’importo della tariffa agevolata.

Oltre alla richiesta degli incentivi, è possibile anche chiedere in via telematica una verifica preliminare di ammissibilità: il GSE comunicherà il proprio parere entro 60 giorni.

Il diritto a fruire della tariffa incentivante decorre dalla data di entrata in esercizio commerciale dell’impianto e dura 20 anni.

Si attendono i tool per la verifica preliminare di ammissibilità dei progetti ed un simulatore per la costituzione di CER e Gruppi di Autoconsumo che calcola costi, benefici economici, investimento iniziale e tempi di ritorno. Il GSE offre assistenza nel percorso di costituzione delle Comunità Energetiche Rinnovabili. Sono previsti anche canali di supporto, webinar ed uno sportello virtuale per comunicare con i tecnici GSE.

La piattaforma digitale GSE sarà pienamente operativa fino alla scadenza prevista per le ore 18:00 del 31 marzo 2025 o fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Condizioni di accesso agli incentivi in 10 punti chiave

Sulla base delle FAQ pubblicate sul sito GSE, si possono sintetizzare 10 punti chiave riferiti alle condizioni di accesso agli incentivi per l’autoconsumo da fonti rinnovabili, con particolare interesse per le CER.

Ecco i 10 punti chiave da tenere a mente:

  1. Gli incentivi sono applicabili ad impianti a fonti rinnovabili (potenziamenti inclusi) fino a 1 megawatt di potenza nominale;
  2. Alla data di presentazione della domanda di accesso agli incentivi, le CER devono essere regolarmente costituite;
  3. La domanda per ottenere gli incentivi va presentata online collegandosi al sito web GSE entro 120 giorni dalla data di messa in esercizio degli impianti;
  4. La scadenza per la presentazione delle domande è il 31 marzo 2025 o fino ad esaurimento dei fondi disponibili;
  5. Il diritto alla tariffa agevolata, spettante per 20 anni, parte dalla data di messa in esercizio dell’impianto;
  6. Il GSE ha il compito di verificare la documentazione inviata entro l’ultimo giorno del terzo mese successivo a partire dalla comunicazione;
  7. Il Gestore dei Servizi Energetici esamina i progetti legati alla domanda dandone comunicazione entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta;
  8. Le spese ammissibili vanno sostenute dopo l’avvio dei lavori e documentate da pagamenti effettuati tramite bonifico bancario;
  9. Il contributo può essere annullato in caso di dichiarazioni false, perdita di uno dei requisiti previsti, mancato rispetto dei tempi per la realizzazione dei lavori o danno all’ambiente (violazione dei principi DNSH);
  10. Le tariffe incentivanti sono valide anche in caso di configurazioni di autoconsumo/condivisione di energia rinnovabile localizzate sul territorio di Paesi membri dell’Unione Europea o confinanti con l’Italia con cui l’UE ha stipulato accordi di libero scambio.
Francesco Ciano

Francesco CIANO

PIU POWER LOGO
Il fotovoltaico ECCEZIONALE

Ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità sul mondo del fotovoltaico.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Fotovoltaico nuovi incentivi CER

Indice

Al via le domande per i nuovi incentivi

Contatta i nostri esperti per sapere se puoi beneficiarne anche tu.

Cosa facciamo

E’ possibile raggiungere l’indipendenza energetica? Che che se ne dica, posso risponderti, con assoluta certezza, SI! Ma come puoi ottenere questo risultato senza sborsare fior fior di quattrini ed evitare di prendere delle fregature? Noi di PiuPOWER, grazie all’esperienza maturata in oltre 27 anni, abbiamo messo a punto un modo semplice ma efficace, per aiutarti a raggiungere l’indipendenza energetica.

Ecco come:

Sopralluogo tecnico

Un tecnico specializzato si occuperà di effettuare un sopralluogo e di porti alcune domande chiave*

Analisi fattibilità

Dopo aver appreso le tue reali esigenze, individueremo il miglior prodotto che più fa al caso tuo*

Calcolo efficientamento

Ti indicheremo in modo chiaro e semplice i tempi di rientro dell’investimento e ti aiuteremo a fare la scelta migliore*

Calcolo efficientamento

Ci occuperemo di tutto noi, dalla progettazione alla realizzazione all’assistenza h24 del tuo impianto fotovoltaico*

Diventa INDIPENDENTE

Inserisci i tuoi dati, poi mettiti comodo, pensiamo a tutto noi.